Home / News / Covid: Fedriga, speculazione su sanità regionale lascia attoniti

Covid: Fedriga, speculazione su sanità regionale lascia attoniti

Risultati ispezione dimostrano che azienda sanitarie hanno rispetto standard

“Lascia attoniti la continua speculazione sulla sanità regionale, in un periodo pandemico, operata dalle opposizioni. Risulta infatti evidente dalla relazione degli ispettori del Ministero della salute che il Friuli Venezia Giulia non solo ha garantito standard di prestazioni sanitarie adeguate ai nostri cittadini ricoverati nei presidi ospedalieri della Regione ma che, vale la pena ricordare, ha anche accolto e curato numerose persone trasportate da altre Regioni in grave difficoltà”.

Lo dichiara il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, stigmatizzando le polemiche sull’esito della visita ispettiva compiuta la scorsa estate dagli ispettori del Ministero della salute negli ospedali di Gorizia e Palmanova. Fedriga rimarca che “come chiarito dalle direzioni generali delle Aziende interessate dall’ispezione, ovvero Asugi e Asufc, i rilievi riscontrati sulle terapie intensive riguardano la comunicazione di codici, oltretutto normati in anni ben precedenti all’attuale amministrazione regionale, che nulla hanno a che fare con le prestazioni erogate dal sistema sanitario regionale nel corso della pandemia e che in ogni caso si sono avviate le azioni di miglioramento suggerite dai funzionari ministeriali”.

Il governatore esprime quindi “totale solidarietà al vicepresidente Riccardi per gli attacchi ricevuti da parte di chi, per l’ennesima volta, sta dimostrando di voler utilizzare la pandemia a proprio uso e consumo senza pensare al bene della collettività e della comunità del Friuli Venezia Giulia”.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori