Home / News / 15mila addetti stagionali del settore agricolo del Fvg dimenticati dalle istituzioni

15mila addetti stagionali del settore agricolo del Fvg dimenticati dalle istituzioni

Sono senza lavoro e senza reddito. Sabato saranno davanti alla Prefettura di Udine per manifestare il loro disagio e presentare richieste e proposte

Sono 15 mila in Fvg i dimenticati dalle istituzioni: sono i lavoratori agricoli che nella maggior parte dei casi sono stagionali come gli operatori del turismo.  Per loro non sono previsti aiuti di alcun tipo e non rientrano nella normativa della cassa integrazione in deroga. Tra l’altro sono stati esclusi da ogni tipo di ristoro anche nel decreto sostegni.

I maggiormente discriminati sono quanti prestano la loro opera negli agriturismi e nel settore del florovivaismo e rischiano di rimanere senza un minimo di reddito.

“E’ giusto far sentire la loro voce - spiega Stefano Gobbo della Flai Cisl annunciando per sabato una manifestazione regionale davanti alla Prefettura di Udine che fa seguito a quella nazionale del 31 marzo- . Tra le richieste che saranno annunciate nell’occasione figurano il bonus per gli stagionali e la sua compatibilità con il reddito di emergenza, l'estensione della Naspi ai dipendenti a tempo indeterminato di imprese cooperative e dei loro consorzi, tutele ai lavoratori agricoli nelle zone colpite da calamità naturali e il riconoscimento di una Cassa Integrazione stabile anche per i pescatori. L’agricoltura è il settore rifugio di molti giovani in cerca di prima occupazione- conclude Gobbo- che purtroppo in questo momento sta lasciando a casa troppe persone senza reddito".

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori