Home / News / Patenti di guida fasulle, in 6 rinviati a giudizio

Patenti di guida fasulle, in 6 rinviati a giudizio

Tra gli imputati l'ex titolare di un'autoscuola del capoluogo friulano

Sei rinvii a giudizio per le patenti di guida fasulle. Tanti saranno gli imputati al processo per falso che prenderà il via a marzo 2022 e che riguarda il sistema scoperto nel 2018 dalla polizia stradale di Udine grazie al quale 112 cittadini marocchini ottennero dalla Motorizzazione del capoluogo friulano la conversione di patenti del loro Paese con documenti alterati. 

Come deciso dal gup del Tribunale di Udine Carlotta Silva, sul banco degli imputati saliranno cinque persone di nazionalità marocchina e la friulana Maria Rosa Minisini, 81 anni, ex titolare dell’autoscuola Mattiussi di Udine. Stando all’accusa, sostenuta dal pm Elisa Calligaris, dietro un compenso tra i 1.500 e i 2.500 euro, l’organizzazione presentava patenti marocchine false o certificati di residenza alterati per ottenere la patente italiana. Per quanto riguarda i titolari dei permessi di guida, in parte hanno patteggiato, in parte saranno giudicati separatamente. 

“La mia assistita - ha commentato il difensore dell’unica imputata di nazionalità italiana, l’avvocato Maurizio Conti - non era consapevole della falsità dei documenti che ha solo trasmesso alla motorizzazione, alla quale - ha concluso - spettava ogni controllo”. 

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori