Home / News / Pordenone, presi i baby imbrattatori del centro. I genitori pagheranno i danni

Pordenone, presi i baby imbrattatori del centro. I genitori pagheranno i danni

I genitori dei giovani, convocati in comando insieme ai figli autori dei gesti, si sono immediatamente scusati

Presi gli imbrattatori del centro di Pordenone. Si tratta di un gruppo di ragazzini, tutti minorenni, che nel tempo libero portavano pennarelli e si facevano fotografare nell’atto di compiere tali gesti. Da tempo vicolo delle Mura e piazzetta del Portello erano stati presi di mira da ignoti, che si divertivano a disegnare, scrivere ed imbrattare le mura storiche del centro e le lettere gialle in metallo di Pordenonelegge. La segnalazione era arrivata alla Polizia Locale di Pordenone e gli operatori dell’Unità di Polizia Giudiziaria si erano subito attivati per di individuare gli autori dei vandalismi. Appostamenti in borghese, controllo delle telecamere di sicurezza e dei profili sociali nel web, hanno permesso di risalire ad alcuni autori materiali dei danni.
I genitori dei giovani, convocati in comando insieme ai figli autori dei gesti, si sono immediatamente scusati e resi disponibili alla pulizia dell’area e al pagamento di eventuali danni. Spetterà al Comune di Pordenone e ai proprietari delle mura richiedere un eventuale risarcimento per le spese di nettezza. Sono in corso altri accertamenti al fine di stabilire se ci siano altri gruppi di ragazzi, anche maggiorenni, dediti all’“arte di strada”.

“I miei complimenti agli Agenti del Comando di Polizia Locale – ha detto il vicesindaco di Pordenone, Emanuele Loperfido - per la professionalità ed il tatto con il quale hanno gestito queste indagini, a dimostrazione dell’elevato livello di preparazione, che coniuga intuito investigativo, capace utilizzo della tecnologia e attenzione alla delicatezza dei casi quando si tratta di minori”. L’esito delle indagini inoltre riposiziona nel giusto contesto il fenomeno, all’interno di una città, un territorio, in cima alle classifiche per la qualità della vita, dove il contrasto al degrado avviene tramite l’attento controllo da parte delle Istituzioni, a maggior ragione quanto contattate e sollecitate dai cittadini stessi”, è la conclusione di Loperfido.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori