Home / News / A Udine ritardi e disagi per le pratiche del Superbonus 110 %, «Oltre 50 giorni di attesa»

A Udine ritardi e disagi per le pratiche del Superbonus 110 %, «Oltre 50 giorni di attesa»

Diversi i problemi riscontrati da cittadini e professionisti. Il consigliere di Innovare Federico Pirone ha presentato un'interrogazione sul tema: "A rischio la riuscita di molti procedimenti"

Superbonus 110 %, edilizia, comune, udine, pirone

Il superbonus 110 % avviato dal Governo Conte 2 per favorire i restauri degli immobili, la loro sicurezza antisismica e il superamento delle classi energetiche, nel capoluogo friulano stenta a decollare. Le motivazioni secondo il consigliere comunale, Federico Pirone, sono in particolar modo legati alla burocrazia e agli uffici tecnici di Palazzo d’Aronco. Proprio su questo tema, il capogruppo di Innovare ha presentato oggi un’interrogazione per capire come mai la Giunta non sia intervenuta per agevolare le richieste di privati e professionisti tentando di limitare la burocrazia e le lungaggini dei procedimenti.

Numerosi potenziali beneficiari, racconta l’esponente dell’opposizione, lamentano pratiche farraginose e tempi molto lunghi, superiori anche ai 50 giorni di attesa. A essere penalizzati in particolare quegli utenti sprovvisti dei dati in partenza e che necessitano di tempi più lunghi per avviare il procedimento. Questo, nonostante lo sportello telematico comunale da poco attivato e le 5 assunzioni previste.

“Non si tratta assolutamente di un attacco agli uffici. I problemi erano arcinoti e prevedibili – spiega Pirone -. Era ipotizzabile che la platea dei beneficiari sarebbe stata ampia. E' mancata la capacità di interpretare politicamente l'urgenza del problema. Chiediamo di sapere quali sono i tempi di assunzione e di formazione del nuovo personale annunciato e di capire come mai sia stato privatizzato parte dell’archivio edilizio comunale”. “I notevoli ritardi – sottolinea il consigliere - stanno mettendo a serio rischio la riuscita di questi procedimenti con pesanti ricadute anche nei confronti degli istituti di credito”. Infine, Pirone chiede all’amministrazione di sapere come mai l’Urp non si sia dotata di un sistema di prenotazione degli accessi, simile a quello usato per prenotare gli appuntamenti dei professionisti dal Servizio Edilizia Privata e urbanistica.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori