Home / Inviati da voi / E' tornata la 'botte di benvenuto' a Nimis, la capitale del Ramandolo

E' tornata la 'botte di benvenuto' a Nimis, la capitale del Ramandolo

Restaurato e riposizionato uno degli antichi recipienti in rovere realizzati dal compianto bottaio Giovanni Garlant. Il recupero è stato eseguito dal figlio Paolo

Agli inizi degli anni 2000, il Comune di Nimis posizionò ai veri ingressi del paese alcune botti realizzate negli anni '70 dal compianto bottaio Giovanni Garlant, scomparso nel 1979. I contenitori fungevano da biglietto da visita per il paese, conosciuto per il suo strepitoso vino Ramandolo. Tra gli incidenti e le intemperie, tutti quei recipienti erano però scomparsi. Questo pomeriggio il riposizionamento di uno di quegli storici manufatti, recuperato e restaurato proprio dal figlio dell'artigiano, Paolo Garlant. 

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori